Politiche, governance e innovazione per le aree rurali

Politiche, governance e innovazione per le aree rurali

E’ stato recentemente pubblicato il libro “Politiche, governance e innovazione per le aree rurali” a cura di Ada Cavazzani, Giuseppe Gaudio e Silvia Sivini.
Il volume è una raccolta degli atti del Convegno internazionale dal titolo “Politiche, governance ed innovazione per le aree rurali”, svoltosi dal 23 al 25 novembre 2003, presso l’Università della Calabria.
“I risultati di ricerca, in esso riportati, […]” derivano dalla “[…] proficua collaborazione che vede coinvolti non solo ricercatori INEA, ma anche studiosi e ricercatori di Università italiane ed estere”, in particolare le “[…] Università di Calabria, Pisa e Trieste impegnate da diversi anni, nell’ambito di un progetto di ricerca interuniversitario su ‘sviluppo rurale ed innovazione’ […]”.
“Lo studio analizza alcune tra le più importanti tematiche che negli ultimi anni hanno interessato i processi di cambiamento delle aree rurali: le politiche, la governance e l’innovazione. Tra i principali contributi innovativi della ricerca si segnalano gli approfondimenti teorici e metodologici sulle nozioni di sviluppo rurale, modello post-produttivistico dell’agricoltura, governance, partenariato, relazionalità sociale”. “Questi aspetti assumono, oggi, una particolare rilevanza in una fase come quella attuale in cui si sta concludendo la programmazione 2000-2006 e si stanno definendo le linee programmatiche per il periodo 2007-2013”.
L’obiettivo della ricerca è delineare un quadro di analisi teorica e pratica sull’applicazione delle politiche di sviluppo rurale in Europa e sugli impatti prodotti da queste politiche nelle aree rurali.
I risultati che emergono dallo studio si propongono di essere sia “[…] uno strumento conoscitivo di riferimento e di consultazione che può essere utilizzato non solo dai funzionari della Pubblica amministrazione, ma in generale da tutti gli operatori interessati a vario titolo alle tematiche dello sviluppo rurale” sia “[…] un supporto all’attività di programmazione agricola e rurale nazionale e regionale”.
In questo senso, lo studio rappresenta un valido contributo alla ricerca sullo sviluppo rurale dal momento che consente di migliorare la comprensione delle dinamiche evolutive delle aree rurali ed offre valutazioni sull’efficacia delle politiche esistenti oltre che utili suggerimenti per migliorare l’efficacia dell’impostazione politica futura.

Tematiche: 
Rubrica: 
Non cliccare su questo link in quanto e accentata per gli spammers e verresti messo nelle blacklist