Linking people, places and products

Linking people, places and products
A guide for promoting quality linked to geographical origin and sustainable Geographical Indications
a Università di Parma
b Università degli Studi di Parma, Dipartimento di Economia
c Università di Firenze, Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa

Associate authors and contributors: Gilles Allaire; Jo Cadilhon; François Casabianca; Peter H.G. Damary; Magali Estève; Martin Hilmi; Charlotta Jull; Amélie Le Coent; Emmanuelle LeCourtois; Jérome Mounsey; Anna Perret; Denis Sautier; Florence Tartanac; Erik Thévenod-Mottet; Frederic Wallet.

Promuovere i legami tra le persone, i luoghi e i prodotti agro-alimentari può essere uno strumento per lo sviluppo sostenibile in molte comunità rurali del mondo. Infatti, i prodotti legati all’origine mostrano attributi di qualità strettamente connessi ai luoghi geografici ed alle persone come risultato di uno specifico know-how locale e delle risorse naturali, e, nel corso del tempo, ne è stata definita una reputazione collettiva identificata da una indicazione geografica (IG). La definizione di questa specifica qualità grazie ad un codice di condotta e la gestione collettiva del sistema di IG diventano strumenti fondamentali per individuare e preservare le risorse naturali e umane, migliorandone, così, gli effetti economici, sociali e ambientali.
Lo scopo di questa guida è quello di fornire gli interlocutori locali di un quadro concettuale, di esempi concreti e di metodologie per la promozione e la conservazione di prodotti di qualità legati all’origine geografica e per l’attuazione delle indicazioni geografiche. La guida propone un processo in quattro fasi al fine di rafforzare il circolo virtuoso di definizione della qualità legata all’origine. Il materiale presentato nella guida deriva da esperienze della FAO e di SinerGI in questo campo.
L’individuazione dei legami tra il prodotto specifico di qualità e le risorse locali, la qualificazione con il codice di condotta ed il riconoscimento della IG come asset collettivo territoriale, la remunerazione grazie alle strategie di marketing nonché la riproduzione delle risorse locali in un approccio di lungo periodo costituiscono i passi fondamentali per consentire una sostenibilità economica, socio-culturale e ambientale del sistema produttivo legato all’origine.

Tematiche: 
Rubrica: 
Non cliccare su questo link in quanto e accentata per gli spammers e verresti messo nelle blacklist