Articoli più letti

Statistiche


Utenti registrati: 1732
Visitatori giornalieri: 52
Visitatori totali: 1356049

AGRIREGIONIEUROPA ha un duplice obiettivo: favorire il dialogo tra ricerca scientifica e territorio in materia di agricoltura, agro-alimentare e sviluppo rurale; coniugare la dimensione regionale con quella internazionale, e dell’Unione Europea in particolare.
Con la sua rete di esperti, AGRIREGIONIEUROPA organizza e partecipa a seminari, convegni, iniziative pubbliche di approfondimento. Per i suoi scopi, ricerca la collaborazione delle Regioni e di tutte le istituzioni sul territorio.






CAP PRO
E-Learning PAC 2014-2020
E-learning  PAC Corso per imprenditroi agricoli
ELCAP E_VALPROG

Venti anni fa, dal 7 al 9 novembre 1996 si tenne a Cork, in Irlanda, la prima Conferenza europea sullo sviluppo rurale. La Dichiarazione di Cork che ne scaturì: “A living countryside”, indicava un nuovo percorso per la Pac. Quello di una strategia fondata sui due pilastri, il primo settoriale a tutela della competitività e dei redditi del settore agricolo, il secondo territoriale volto a perseguire, in parallelo alle altre politiche di coesione europee, lo sviluppo integrato e sostenibile delle aree rurali, nella consapevolezza che la vitalità dell’agricoltura non sia concepibile se non in un contesto locale e regionale esso stesso dinamico e in sviluppo.
In quella occasione furono messe le basi per la sostituzione nel 2005 del vecchio Fondo europeo di orientamento e garanzia per l’agricoltura (Feoga) con due Fondi, uno per pilastro: il Fondo europeo agricolo di garanzia (Feaga) e il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr). Nell’intenzione di Franz...

Introduzione

Negli ultimi venti anni la Politica agricola comune (Pac) ha subìto ben cinque riforme – la riforma MacSharry, Agenda 2000, la riforma Fischler, l’Health Check e la Pac 2014-2020 – che ne hanno profondamente modificato l’impianto originario basato sul sostegno dei prezzi e su misure di protezione alle frontiere. I negoziati internazionali sulla liberalizzazione del commercio, la presa di coscienza della necessità di una maggiore sostenibilità dell’attività agricola, tanto economica quanto ambientale, e la volontà di riorientare la produzione al mercato anziché agli aiuti hanno determinato una revisione del modello di sostegno.
Per quanto riguarda i pagamenti diretti si è passati dal sostegno accoppiato a quello disaccoppiato; questa evoluzione della Pac è stata molto dibattuta e analizzata a livello scientifico e operativo. Invece l’attenzione sull’evoluzione della politica dei mercati agricoli è stata decisamente inferiore da...

Non cliccare su questo link in quanto e accentata per gli spammers e verresti messo nelle blacklist