Articoli più letti

Statistiche


Utenti registrati: 1045
Visitatori giornalieri: 201
Visitatori totali: 1055939

AGRIREGIONIEUROPA ha un duplice obiettivo: favorire il dialogo tra ricerca scientifica e territorio in materia di agricoltura, agro-alimentare e sviluppo rurale; coniugare la dimensione regionale con quella internazionale, e dell’Unione Europea in particolare.
Con la sua rete di esperti, AGRIREGIONIEUROPA organizza e partecipa a seminari, convegni, iniziative pubbliche di approfondimento. Per i suoi scopi, ricerca la collaborazione delle Regioni e di tutte le istituzioni sul territorio.





E-Learning PAC 2014-2020
E-learning  PAC Corso per imprenditroi agricoli
ELCAP E_VALPROG

Si sta aprendo ufficialmente in Italia la nuova stagione dei Programmi di Sviluppo Rurale. Sono stati infatti approvati i primi Psr di Bolzano, Emilia-Romagna, Molise, Toscana, Umbria e Veneto assieme al programma della Rete Rurale Nazionale. Seguiranno presto tutti gli altri. È il caso allora di discutere alcuni indirizzi ed avanzare qualche modesto suggerimento.
Il primo riguarda la comunicazione sullo sviluppo rurale e sulla relativa politica, per la quale sono riservate somme rilevanti. L’esperienza della programmazione 2007-13 è stata complessivamente positiva dal punto di vista della diffusione e dell’immagine: numerosi eventi di presentazione delle misure, passaggi nelle tv locali, la ruralità in grande evidenza nei manifesti e sulle fiancate dei bus, bellissime foto. Ma il limite molto rilevante ha riguardato i contenuti: poveri, talvolta grossolanamente strumentali, farciti di retorica ruralista. Poco utili per gli operatori economici e poco...

Garantire la sostenibilità ambientale” è uno degli Obiettivi del Millennio (Millennium Development Goals-MDGs) stabiliti dalle Nazione Unite, cui si collega il tema di Expo Milano 2015. Partendo da una definizione di sostenibilità che è quella del rapporto Brundtland (Commissione Mondiale per l’Ambiente e lo Sviluppo, 1987), ovvero: “soddisfare i bisogni dell’attuale generazione senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni”, questo obiettivo dovrebbe essere raggiunto “in particolare stimolando politiche e programmi di sviluppo sostenibile per invertire l’attuale perdita di risorse ambientali, riducendo il processo di annullamento della biodiversità”.1
Siamo ormai a pochi mesi dal termine entro cui verificare il raggiungimento dei MDGs (settembre 2015) e, pur nella eterogeneità dell’andamento dei diversi paesi, dovuto anche ai diversi strumenti e politiche messe in campo, a...

Non cliccare su questo link in quanto e accentata per gli spammers e verresti messo nelle blacklist