Editoriale n.16

Editoriale n.16

Questo numero di AGRIREGIONIEUROPA inaugura il quinto anno di vita della rivista. E’ stata fin qui una esperienza molto interessante che ha superato le più rosee aspettative di chi, inizialmente, non senza timori e titubanza, ha partecipato alla definizione del progetto e alla sua realizzazione. Il sito Internet www.agriregionieuropa.it, che abbiamo aperto due anni e mezzo fa, ha appena superato la boa dei 250 mila contatti. Il merito va alla estesa rete di persone che hanno prestato il proprio tempo e la propria intelligenza per la realizzazione di questa straordinaria opera collettiva.
Naturalmente vorremmo migliorare ancora, in uno spirito di massima collaborazione e apertura nei confronti delle Istituzioni, del mondo dell’Università e della ricerca, e delle altre reti formali e informali. La collaborazione di coloro che, circa 250 al giorno, entrano nel nostro sito è preziosa e saremo particolarmente grati a chi ci fornirà suggerimenti, anche critici, per perfezionare il risultato.
La rubrica “Il tema”, curata in questo numero da Elisa Montresor e Francesco Pecci, è dedicata al capitale umano in agricoltura. È sorprendente constatare come la politica agricola concentri per tradizione risorse ingenti nel sostegno del reddito e del capitale fisico, e dedichi inopinatamente poco impegno e fondi al capitale umano (così come al capitale sociale, che al primo si connette). È un errore madornale, specie nell’agricoltura italiana, le cui possibilità di sviluppo sono nella competizione sul terreno della qualità e dell’efficienza. Si approssima una inevitabile riorganizzazione di tutto il sistema agricolo nazionale, connessa alla fuoriuscita dei troppi agricoltori vecchi e alla necessità di adeguare l’offerta a nuovi mercati e nuove funzioni. La crisi economica, d’altra parte, offre anche delle opportunità e impone di adeguarsi ai nuovi scenari che ad essa seguiranno. Investire in ricerca, formazione, servizi alle imprese, assistenza tecnica e gestionale, conoscenza è fondamentale per rompere l’isolamento delle imprese e l’asimmetria informativa che ancora troppo spesso condiziona l’agricoltura. Serve una redistribuzione delle risorse dunque ma non basta. Occorre, anche, entrare nel merito di come oggi si realizza la politica per il capitale umano, rompendo le incrostazioni del passato, favorendo la sperimentazione e premiando la professionalità e l’innovazione.
Questo numero contiene anche un Forum sul futuro della PAC dopo l’Health check e nella prospettiva della Revisione di Bilancio e del dopo-2013. Diversi esperti hanno accolto l’invito al dibattito lanciato nel numero scorso. Di seguito presentiamo i risultati del sondaggio sugli stessi argomenti che abbiamo lanciato in dicembre. La diversità delle opinioni raccolte testimonia la necessità di ulteriori approfondimenti, che questa rivista sollecita e non mancherà di ospitare.

Rubrica: 
Non cliccare su questo link in quanto e accentata per gli spammers e verresti messo nelle blacklist